Idraulica dei sistemi fognari: Dalla teoria alla pratica by Gisonni Corrado, Willi H. Hager

By Gisonni Corrado, Willi H. Hager

La progettazione dei sistemi fognari e dei manufatti in essi presenti richiede un’attenta conoscenza delle leggi che regolano i fenomeni idraulici, con particolare riferimento alle correnti idriche a superficie libera.
Partendo dalle nozioni fondamentali dell’Idraulica, il testo intende colmare alcune importanti lacune che ancora caratterizzano los angeles letteratura italiana nel settore e che spesso sono alla base di errori progettuali, con ovvie conseguenze sulla sicurezza dei centri abitati
(come testimoniato dai frequenti fenomeni di allagamento che sono stati registrati negli ultimi anni).
Il libro è rivolto agli allievi dei corsi di studio nel settore dell’ingegneria Civile ed Ambientale. Particolare interesse è rivolto ai professionisti operanti nel settore della ingegneria idraulica e della pianificazione urbana, in step with i quali è distinctiveness l’esigenza di testi che contengano indicazioni di carattere sia teorico sia pratico, finalizzate alla progettazione di sistemi di drenaggio nei centri abitati.

Show description

Read Online or Download Idraulica dei sistemi fognari: Dalla teoria alla pratica PDF

Similar geochemistry books

Rotating hydraulics: nonlinear topographic effects in the ocean and atmosphere

The speculation of rotating hydraulics is critical within the research of specific sorts of quick oceanic and atmospheric flows. purposes comprise overflows in deep ocean passages reminiscent of the Faroe-Bank Channel, shallow alternate flows gaps equivalent to the Strait of Gibraltar, and atmospheric flows comparable to within the California amarine layer and jet move.

Geochemistry of Organic Matter in River-Sea Systems

One of many simple ideas of ocean biogeochemistry is that of an ocean with super lively boundary zones and separation barriers of intensive biochemical interactions. The parts of those zones are characterised by means of a pointy lessen of aspect migration depth and hence the reduce of their concentrations gave the bounds for the naming of the geochemical limitations (Perelman, 1972).

Probability and Statistics Applications for Environmental Science

Uncomplicated, transparent, and to the purpose, chance and information functions for Environmental technology delineates the basics of data, offering a uncomplicated knowing of the speculation and mechanics of the calculations. User-friendliness, easy causes, and insurance of instance functions within the environmental box set this e-book except different textbooks at the related topic.

The aqueous chemistry of oxides

The Aqueous Chemistry of Oxides is a single-volume textual content that encapsulates all the serious concerns linked to how oxide fabrics have interaction with aqueous ideas. It serves as a primary reference for teachers operating with oxides within the contexts of geology, numerous varieties of inorganic chemistry, and fabrics technology.

Additional info for Idraulica dei sistemi fognari: Dalla teoria alla pratica

Sample text

22). 2. 1 Descrizione Le perdite di carico localizzate sono generate dalla presenza di singolarita lungo una corrente idrica, quali variazioni di sezione piu o meno brusche ovvero variazioni di portata, che comportino una significativa deviazione delle linee di corrente. In particolare, per correnti ritardate, in cui il flusso subisce un rallentamento, si manifesta un allargamento delle linee di corrente che puo provocare l'insorgenza di fenomeni di separazione dello strato limite con conseguente formazione di intensi moti vorticosi.

12) Nella Fig. 3 e illustrata la curva tratteggiata (- - - ), corrispondente al regime di tubo liscio, mentre il regime assolutamente turbolento e rappresentato, per assegnato val ore di k;, dal tratto orizzontale della curva D* ( v*). 5D) 5 ] 112 , da cui si deduce che, a parita di ogni altro parametro, la portata varia con il diametro in funzione di D 5f 2 . La soluzione alle tre tipologie di problemi fin qui illustrati va quindi ricercata per via iterativa, facendo ricorso a semplici raggruppamenti dei parametri in gioco.

Inoltre, si ribadisce che l'Eq. 4), cosi come l'Eq. 10), e valida solo per canali e tubazioni di tipo prismatico con pareti aventi scabrezza uniforme. 4 fomisce valori numerici per il coefficiente di scabrezza 1In, in funzione del tipo di tubazione considerata e della condizione delle pareti, classificata come buona, normale e degradata. 5 rendono conto della approssimazione che caratterizza il coefficiente di scabrezza; generalmente, il valore da attribuire al coefficiente di scabrezza 1In e affetto da una accuratezza pari a ±5%.

Download PDF sample

Rated 4.16 of 5 – based on 27 votes